Don Franco Canton è tornato al Padre

I funerali mercoledì 10 luglio alle 10.30 in Cattedrale a Padova

In comunione con la Chiesa di Padova e vicini alla sua famiglia, annunciamo che il 6 luglio ci ha lasciati don Franco Canton.

Riconoscenti al Signore per tutto il bene che hai fatto anche “nel e con” il nostro Ufficio diocesano, desideriamo dirti…

Ciao carissimo don Franco! Sei stato un buon “compagno di viaggio”.
Grazie per tutti i tratti di strada che abbiamo condiviso, per i momenti di formazione che hai regalato negli incontri con gli adulti, per l’essenzialità della tua vita… non amavi la “tecnologia di oggi”, ma il tuo stile cordiale e affabile, il tuo modo di raccontarti e di porti nelle relazioni arrivava al cuore e sapevi comunicare e annunciare il Vangelo in modo efficace e concreto.
In questi ultimi mesi ci invitavi a pregare per te… ora siamo noi ad affidarci a te.

…continuiamo, insieme, ad essere compagni di viaggio…

––––––––––

Don Franco nasce a Campagna Lupia il giorno 11 febbraio 1947 e viene ordinato prete il 14 giugno 1970. Da subito viene nominato cooperatore a Voltabarozzo (mentre andava iniziando anche l’esperienza del Convitto ecclesiastico e quindi dell’accompagnamento dei preti novelli). Nel 1972 viene inviato a Milano come studente presso la Facoltà Teologica Interregionale. Nel 1976 è insegnante di religione (al San Benedetto da Norcia e al Bernardi) e cooperatore festivo ad Arino.

Nell’ottobre 1984 viene nominato cooperatore festivo ad Agna e nel 1985 consegue la laurea in teologia. Nel 1987 diventa Assistente provinciale dell’AGESCI; nel 1990 Assistente diocesano dell’Associazione medici cattolici italiani e nel 1992 Assistente diocesano settore adulti dell’Azione cattolica. Nel frattempo, tra il 1988 e il 1996, aveva seguito e sostenuto la proposta dei Centri vicariali di formazione, raccogliendo l’eredità del vescovo Filippo Franceschi che sottolineava l’importanza di una Chiesa di adulti: per loro ha macinato chilometri, elaborato progetti robusti ed esigenti, senza perdere la concretezza e la pragmaticità, lavorando con passione e costanza negli ambiti associativi in cui si è trovato, poi, ad operare e divenendo un tassello significativo per la storia personale di tanti, in particolare coppie di sposi. Conseguenza naturale di questo percorso sono state, a partire dal 2001, la direzione del Centro diocesano per le Missioni al popolo (istituito nel 1997 a seguito della Missione cittadina) e la collaborazione con l’Ufficio per l’Annuncio e la Catechesi relativamente alla formazione dei catechisti degli adulti.

Dopo la collaborazione pastorale con San Lorenzo di Albignasego, dal dicembre 2017 viene inviato come collaboratore festivo nell’unità pastorale di Codevigo (Cambroso, Codevigo, Rosara, Santa Margherita di Codevigo) e nel febbraio 2018 è consigliere del CdA della Casa del Clero, dove risiedeva da tanto tempo. Per lunghi anni e fino alla fine è stato insegnante di etica presso la Scuola di Formazione Teologica di Este.

Dopo una malattia affrontata con serenità, coraggio, grande riserbo e senza pesare ad alcuno, a seguito di improvvise complicazioni fisiche, don Franco è deceduto al Policlinico di Padova, all’alba del 6 luglio 2019.

Don Franco era persona intelligente, aperta e sincera, dotata di sensibilità umana, preparazione accademica e lungimiranza, senza mancare del tratto pastorale; uomo forte e schietto, libero e lucido nel giudizio, anche contestatore severo per un desiderio di autenticità che lo accompagnava pure nella vita personale. Lo si ricorda sempre informato sui fatti ecclesiali, facile all’uso della parola, prete dal cuore grande, capace di osare anche sul piano sociale e culturale; molto attento ai legami con la famiglia di origine e alle sue necessità.

Il vescovo Claudio e la Chiesa di Padova esprimono la loro vicinanza alle sorelle Angela, Chiara, Maria Rosa e al fratello Gianni. Il funerale sarà celebrato dal vescovo Claudio mercoledì 10 luglio, ore 10.30, nella Cattedrale di Padova. Vi sarà poi una celebrazione esequiale a Campagna Lupia alle 16 del pomeriggio.